Arcipelago Italia, Padiglione Italia, Biennale di Architettura di Venezia 2018

Arcipelago Italia, Padiglione Italia, Biennale di Architettura di Venezia 2018

Venezia, 25 maggio 2018

Arcipelago Italia è il tema del Padiglione Italia alla Biennale Architettura 2018, una proposta che devia l’attenzione dell’architettura dalle grandi metropoli a quello spazio fisico del nostro Paese, dove, anche nelle epoche più remote, le comunità si sono storicamente espresse in un diverso rapporto tra dimensione urbana e territorio. Si tratta di territori spazialmente e temporalmente lontani dalle grandi aree urbane, ma detentori di un patrimonio culturale inestimabile, con peculiarità che pongono l’Italia in discontinuità rispetto all’armatura urbana europea, permettendo di identificarla come uno «spazio urbano nel Mediterraneo», per usare le parole di Fernand Braudel. L’eterogenea identità culturale di questi territori, riflessa nella diversificazione del loro paesaggio, unita ad una vasta estensione territoriale e alla lontananza dai servizi essenziali, ci ha spinto a considerarne il rilancio come un tema strategico per l’intero Paese.

Nell’itinerario 4, Appennino Centrale, è presente il progetto Salpi Industrial Factory di Enzo Eusebi+Partners


Premio TOWARDS A SUSTAINABLE EXPO

CONTEST ‘TOWARDS A SUSTAINABLE EXPO’

Il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare ed Expo 2015 Spa hanno lanciato l’iniziativa ‘Towards a Sustainable Expo’ rivolto ai Paesi partecipanti e alle Corporate (Partecipanti privati) che partecipano all’Expo 2015.

Obiettivo dell’iniziativa? Impegnarsi a ridurre al minimo il loro impatto ambientale durante l’Expo.

Il padiglione Waa-Amia Conaf, “La fattoria Globale 2.0” progettata dall’architetto Enzo Eusebi, riceve il Premio per la Categoria 4 del Towards a Sustainable Expo, per la compensazione delle emissioni di CO2 legate alla costruzione del padiglione e per l’organizzazione del Congresso mondiale degli Agronomi a EXPO.

Un padiglione a impatto zero, privo di cemento, per raccontare ai visitatori come l’agricoltura e il ciclo della produzione del cibo richiedano oggi competenze digitali e tecnologiche specifiche
Tutti i premiati per la CATEGORIA 4

LEADER PAESI

Chile
Il Cile compenserà le emissioni di CO2 causate dalla costruzione del padiglione, oltre ad aver organizzato diversi eventi in tema di sostenibilità durante il semestre.

Belgio
Il Belgio propone un modello articolato di produzione di alimenti per il futuro, che mostra le potenzialità di culture idroponiche e altri metodi innovativi di produzione alimentare.

Lithuania
La Lituania ha organizzato diverse presentazioni di prodotti alimentari lituani ecologici e sostenibili con degustazioni durante l’intero periodo di Expo Milano 2015.

 

LEADER EXPO PARTNER

Coop
COOP compensa le emissioni di CO2 causate dalla costruzione del padiglione e ha informato il consumatore sul dato di Carbon Footprint di 900 dei 1.400 prodotti venduti nel supermercato.

Fondazione Triulza
Le attività della cascina Triulza sono caratterizzate per i notevoli sforzi nel coinvolgimento di organizzazioni della società civile e stakeholder finalizzati all’elaborazione di documenti importanti per il futuro (Carta dei Vlori, Manifesto Terra Viva, ecc).

Waa-Amia Conaf
Anche Conaf compensa le emissioni di CO2 legate alla costruzione del padiglione e all’organizzazione del Congresso mondiale degli Agronomi a EXPO.

 

TOWARDS A SUSTAINABLE EXPO SPECIAL MENTION

China Vanke Group
Il padiglione di Vanke è caratterizzato da una facciata esterna che richiama l’immagine di un drago: si compone di 4.000 piastrelle in ceramica di colore rosso metallizzato, le cosiddette “squame di drago”. Alla fine della manifestazione, le piastrelle di ceramica saranno vendute all’asta e il ricavato sarà investito su un progetto di ristrutturazione di un antico tempio in Cina.

Monaco
La scelta vincente è il progetto globale del riutilizzo della struttura che sarà utilizzata in Burkina Fasu dalla Croce Rossa per corsi di formazione degli operatori all’interno di una struttura più grande.


PREMIO IN/ARCH-ANCE 2008

Questo pomeriggio, alle ore 17:00, prsso la nuova Mediateca ex fornace di Moie di Maiolati Spontini, l’architetto Enzo Eusebi ha ricevuto il 1° premio IN/ARCH-ANCE per il suo lavoro di ampliamento dell’Istituto alberghiero di San Benedetto del Tronto.

Oltre 2.200 mq ( per l’esattezza 2.235 mq) di ampliamento ricavati su di una superficie che ne misurava poco più di 900, la costruzione, interamente realizzata con materiale riciclabile, è il fiore all’occhiello dell’architettura contemporanea nella nostra regione nonché un esempio di funzionalità unito al design ed oggi, il suo realizzatore, ha ricevuto l’ennesimo riconoscimento per il suo ottimo lavoro completato nel 2003 in soli 10 mesi di lavoro.

La cerimonia di premiazione si sarebbe dovuta svolgere proprio nel suddetto Istituto Alberghiero, organizzata interamente dalla celebre azienda marchigiana Guzzini, ma a causa di divergenze con il dirigente scolastico che accusa una mancata sicurezza del plesso e ritiene l’evento estraneo all’ambito scolastico, l’incontro si terrà a Moie (AN).